News

Le ultimissime notizie da Ascom Varese

Domenica 20 giugno Sagra delle Ciliegie in via Sacco a Varese

Quaranta bancarelle nel rispetto delle misure anti Covid. Promuove Fiva Confcommercio Ascom Varese con il patrocinio del Comune. Calzavara: "Occasione anche per i negozianti della zona"

Quaranta bancarelle dalle 8.30 alle 19.30, orario continuato. Tutto pronto in via Sacco a Varese per ospitare domenica 20 giugno la “Sagra delle ciliegie”, arrivata alla sua edizione numero 33.
 
Torna a Varese una manifestazione di piazza dopo quasi un anno di stop causa pandemia. L'iniziativa è promossa da Fiva Confcommercio Ascom Varese con il patrocinio del Comune, mentre organizzazione, allestimento e gestione dell’evento sono stati affidati a “Bancarelle in Fiera” di Mario Bernasconi.

L’evento è stato presentato a Palazzo Estense: nella foto il vicesindaco e assessore al Commercio Ivana Perusin tra il presidente provinciale di Fiva Rodolfo Calzavara (a destra) l’organizzatore Mario Bernasconi (a sinistra).
 
Il controllo del rispetto delle normative vigenti anti Covid sarà scrupoloso. E sarà ai massimi livelli di attenzione anche la disposizione dei banchi, studiata per garantire i distanziamenti e per dare la possibilità di coinvolgere i negozi e i pubblici esercizi della strada, che potranno proporre i proprie articoli e servire i clienti all’esterno delle attività.

Il segretario provinciale di Fipe
«E’ questo il tipo di manifestazioni che Confcommercio sostiene. Eventi legati alla tradizione, che coinvolgono gli operatori locali e i negozi di vicinato», commenta Rodolfo Calzavara, segretario provinciale di Fiva. «La Sagra delle Ciliegie è un’occasione per i commercianti di via Sacco che potranno approfittare del passaggio di migliaia di persone. La collaborazione con i Comuni deve andare in questa direzione, come è accaduto a Varese».

Non solo ciliegie
Degli oltre quaranta operatori annunciati, sei saranno banchi espositori di ciliegie, provenienti dalle zone più accreditate d'Italia per la maturazione di questo frutto come la Valdapone, l’Emilia-Romagna, Veneto e Puglia.

In via Sacco, sede che dopo il trasferimento da via Dandolo ha contribuito alla ulteriore crescita di questa storica sagra, completeranno l’offerta enogastronomica i punti vendita di prodotti artigianali (formaggi, salumi e alimentari). Non mancheranno, infine, gli stand con articoli originali per la casa e la persona.


Letta 559 volta/e