News

Le ultimissime notizie da Ascom Varese

Laveno Mombello, i commercianti replicano all’Amministrazione

Niente aumenti di prezzi



Stupore ed irritazione: questi i primi sentimenti provati da Luigi Forlini, Fiduciario Associazione Commercianti della zona di Laveno Mombello, dopo le dichiarazioni dell’Assessore comunale al Commercio Leonardo Andreoni riportate dal quotidiano La Prealpina di giovedì 27 dicembre 2007.

L’Assessore, per giustificare una più che doverosa richiesta dei commercianti di Laveno Mombello di rendere più accessibile ai consumatori il centro nel periodo delle festività eliminando o attenuando le tariffe dei parcheggi, ha fatto riferimento a fantomatici aumenti di prezzo dei prodotti come presunta causa delle difficoltà del commercio locale.
Un’esternazione che certamente non ha contribuito a favorire un periodo già di per sé complicato per i consumi, a causa della crisi economica sempre più evidente e della diminuita capacità di reddito delle famiglie.
Quando un amministratore contesta senza dati e per puro spirito di polemica le proprie imprese, genera irritazione ma soprattutto stupore, pensando ad atteggiamenti ben diversi da parte di altre Amministrazioni dei territori vicini.
D’altronde non è la prima volta che l’Amministrazione comunale di Laveno si dichiara apertamente ostile al commercio.
Un atteggiamento incomprensibile perché dimostra l’incapacità di rendersi conto che la principale risorsa economico-produttiva anche a livello locale è proprio il terziario, visto che ormai la Laveno industriale capitale della ceramica è solo un lontano ricordo. Aggiunge il Fiduciario Ascom Luigi Forlini:
“Il terziario, con le sue piccole imprese di commercio, turismo e servizi, dovrebbe essere maggiormente rispettato. Soprattutto in un momento difficile come questo contraddistinto dalla tassazione più alta in assoluto e dai tanti sacrifici quotidiani per cercare di farvi fronte”.

Letta 376 volta/e