News

Le ultimissime notizie da Ascom Varese

Gli auguri del Presidente Giorgio Angelucci

Cari commercianti ...

Cari colleghi commercianti,
con l'inizio di un nuovo anno è fin troppo facile elencare tutta una serie di buoni propositi che un'organizzazione come la nostra deve perseguire.
 
Come imprenditori siamo gente concreta che, soprattutto in mezzo alle difficoltà in cui opera ed agisce il sistema delle piccole e medie imprese del nostro settore, deve sempre misurarsi con il cambiamento dei tempi, con problematiche oggettive, per soddisfare le esigenze dei nostri clienti. È un compito sempre stimolante, ma che ogni giorno ci mette alla prova. Non siamo gente che si piange addosso, magari giustamente ci lamentiamo per quello che non ci sta bene, ma poi, come sempre, ci rimbocchiamo le maniche ed andiamo avanti.
 
Spesso anch'io mi chiedo se come Associazione siamo stati e siamo davvero sempre in grado di rispondere ai soci, se siamo oggi adeguati nel soddisfare i bisogni emergenti creando percorsi e servizi che possano venire incontro ad esigenze ed aspirazioni sempre più pressanti. Seppur di cose fatte in questi anni ce ne sono state molte, non dobbiamo certo fermarci rischiando di ritenerci soddisfatti e non andare avanti con un'ulteriore spinta propulsiva.

Siamo i primi a renderci conto che si può e si deve fare di più, i primi a capire che non basta mai quello che facciamo, che è utile mettersi costantemente in discussione per migliorare. Il cambiamento, evocato giustamente da molti in questi tempi, non può però essere solo uno slogan, un ricambio unicamente generazionale, per altro essenziale e da favorire con determinazione in ogni modo, ma soprattutto la capacità di ascoltare ed adeguare la nostra presenza a quanto voi associati richiedete e desiderate. Un compito delicato e difficile, non c'è dubbio, ma una via obbligata da perseguire con tenacia che passa innanzitutto dalla necessità di confrontarci con voi ogni giorno.

Abbiamo la fortuna di aver messo in campo con sacrifici strutture moderne, servizi efficienti e di poter disporre di un personale preparato, attento, disponibile che vorrei cogliere l'occasione qui per ringraziare di cuore e che con voi ha instaurato un rapporto estremamente positivo. Qualcosa di non così scontato, ma un valore davvero prezioso. Queste sono potenzialità enormi e da implementare ulteriormente. Per quest'anno quindi da parte mia non solo un formale e generico auspicio alla positività, ma la promessa che faremo tutto quanto nelle nostre possibilità per rinnovarci considerando prima di tutto i vostri consigli e persino le vostre critiche che, sono certo, contribuiranno in questi periodi complicati ad una reale crescita della nostra struttura e del comparto.
 
                                                                                   Giorgio Angelucci


Letta 347 volta/e