News

Le ultimissime notizie da Ascom Varese

Settembre, l'estate prosegue: L'analisi di Federalberghi

Più di tredici milioni di turisti nelle strutture ricettive italiane. Bocca: fiducia per la chiusura della stagione. Due mesi in più valgono duecentotrentamila posti di lavoro.

“Le previsioni per il mese di settembre inducono a guardare con fiducia all’evoluzione della stagione estiva, che è stata sin qui caratterizzata da un andamento medio a macchia di leopardo, nel complesso non eccezionale”.
Sono le parole del presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, a commento di un’indagine sulle vacanze degli italiani, realizzata da Federalberghi con il supporto tecnico dell’Istituto ACS Marketing Solutions.
Il 21,1% degli italiani che andranno o sono andati in vacanza durante l’estate 2018, farà almeno un giorno di vacanza nel corso del mese di settembre. Si tratta di un dato in netta crescita rispetto al 14,9% del 2017 ed al 13,9% del 2016.
Per il 19,5% si tratterà della vacanza principale (contro il 12,4% del 2017 e il 9,2% del 2016), mentre gli altri si concederanno un supplemento di relax durante i week end.
Nel mese di settembre 2018, sono attesi in alberghi, campeggi e strutture ricettive complementari più di tredici milioni di turisti. Il flusso è in costante crescita: negli ultimi dieci anni (2017/2008) gli arrivi sono aumentati di oltre il 36% (+52,7% per gli stranieri e +18,8% per gli italiani).
“Gli italiani stanno imparando a sfruttare i vantaggi della vacanza a settembre - sottolinea Bocca – tra cui spiccano la bellezza dei posti senza affollamento e senza code e la possibilità di usufruire di prezzi più competitivi.”
Nel mese di settembre, le imprese del turismo danno lavoro a quasi un milione e centosessantamila lavoratori, che scendono a quasi novecentotrentamila a novembre.
“Se si riuscisse a prolungare la stagione di due mesi - conclude Bocca - si produrrebbe un aumento immediato dell’occupazione, con effetti concreti per quasi duecentotrentamila persone, in massima parte di giovane età: più del 71% ha meno di quarant’anni e più del 47% meno di trenta”.

 
 

arrivi dei clienti italiani e stranieri negli esercizi ricettivi italiani
       
  italiani stranieri totale
settembre 2008 4.481.775 4.847.426 9.329.201
settembre 2009 4.630.829 4.895.352 9.526.181
settembre 2010 4.665.934 5.326.919 9.992.853
settembre 2011 4.984.584 5.839.883 10.824.467
settembre 2012 4.805.847 6.046.408 10.852.255
settembre 2013 4.642.002 6.162.895 10.804.897
settembre 2014 4.651.125 6.264.671 10.915.796
settembre 2015 4.953.220 6.754.254 11.707.474
settembre 2016 5.306.396 6.973.115 12.279.511
settembre 2017 5.326.498 7.404.487 12.730.985
set 2017 / set 2008 18,85% 52,75% 36,46%
       
fonte: elaborazioni Federalberghi su dati Istat
 
 
La Germania è di gran lunga il nostro principale mercato, con 1,9 milioni di arrivi a settembre, seguita da Stati Uniti (662mila arrivi), Francia e Regno Unito (482mila a testa), Svizzera (380mila).
 
Arrivi negli esercizi ricettivi italiani
Top ten dei paesi di provenienza
   
Germania 1.868.239
Stati Uniti 662.848
Francia 481.817
Regno Unito 481.582
Svizzera * 380.000
Austria 320.773
Cina 262.639
Paesi Bassi 222.010
Spagna 202.114
Russia 163.615
   
fonte: elaborazioni Federalberghi su dati Istat; *Svizzera: stime Federalberghi
 
 


Letta 315 volta/e