News

Le ultimissime notizie da Ascom Varese

La direttiva Bolkestein slitta al 2020. Fiva: "Altro che salva ambulanti, questa è la norma rovina ambulanti"

Le dichiarazioni del Presidente nazionale di FIVA Confcommercio, Giacomo Errico, sulla questione Bolkestein prorogata al 2020

«Quella che in molti, a cominciare da alcuni deputati del PD, chiamano norma "salva ambulanti" in realtà condanna larga parte della categoria alla precarietà. Oggi ha avuto compimento la scellerata strategia già messa in campo sin dal dicembre scorso con il decreto milleproroghe DL 244/2016. 
Si tratta di uno scempio: per avere il rinnovo delle concessioni devi essere nullatenente, fare l'ambulante è vietato a chi ha un reddito, insomma stanno minando alla radice la pianificazione del nostro lavoro», è lo sfogo di Giacomo Errico, presidente di Fiva Confcommercio alla notizia della proroga al 2020 dell'entrata in vigore della Bolkestein per gli ambulanti.

Prosegue Errico: «Non basta questo, poiché la norma approvata presenta notevoli e rilevanti profili di criticità, al limite dell'incostituzionalità per la palese discriminazione fra imprese». 
«Se costoro gestiscono il paese così come hanno gestito (o malgestito) questa vicenda allora io mi auguro che cambino mestiere. Spiegherò agli 80.000 ambulanti di FIVA con una lettera mia personale che questa è la norma "rovina ambulanti"». 

«A questo punto è necessario rivedere in toto la normativa e mi auguro - è la conclusione - che il prossimo Parlamento possa discuterne, risolvendo alla radice questo annoso problema che va chiuso una volta per tutte».


Letta 419 volta/e