News

Le ultimissime notizie da Ascom Varese

Commercianti di Laveno riuniti per il ricorso al Tar presentato da Ascom Varese

Si è svolta ieri sera (mercoledì 18 aprile) presso l’Istituto Galilei, l’assemblea dei commercianti di Laveno convocati da Ascom Varese per la presentazione del ricorso al Tar firmato dalla stessa Associazione di categoria (in rappresentanza della pluralità degli interessi degli associati dopo tanti ricorsi firmati nel passato da singoli commercianti), che contesta l’intera procedura adottata dall’Amministrazione Comunale lavenese circa la variante di adeguamento alla normativa commerciale.
Presenti numerosi gli imprenditori del commercio e del turismo, unitamente a cittadini interessati da questo provvedimento, che hanno ascoltato attentamente le ragioni dell’atto amministrativo già inoltrato al Tribunale Amministrativo Regionale e che ora attende l’accoglimento dello stesso, sempre che l’Amministrazione Comunale non riveda le proprie decisioni. “Siamo aperti, da sempre, ad un colloquio franco e collaborativo – spiega Paolo Dettoni, funzionario di Ascom Varese – e siamo disposti ad incontrare i rappresentanti comunali per cercare di individuare una soluzione che sia soddisfacente per le parti e risolutiva del grave problema che incombe sul commercio tradizionale lavenese. Una grande struttura come quella ipotizzata dal Comune danneggerebbe irreversibilmente la già difficile economia commerciale di Laveno. Ascom Varese si è fatta subito portatrice degli interessi della categoria. I commercianti sono molto preoccupati per il loro futuro: è in discussione la sopravvivenza delle loro attività”.
In concreto, Ascom contesta all’Amministrazione Comunale di Laveno Mombello di aver adeguato il vigente PRG alla normativa commerciale che permette l’insediamento nel territorio comunale di un centro commerciale e di un numero, non ben identificato, di supermercati di medie strutture. Ebbene, Ascom Varese, attraverso i suoi tecnici urbanisti, ha redatto una lunga serie di osservazioni che mettono in discussione l’intero provvedimento, ravvisando nello stesso anomalie, incongruenze e vizi di forma così evidenti da presentare un ricorso al Tar della Lombardia per la sospensione dello stesso.
Nel corso dell’incontro hanno illustrato le motivazioni del provvedimento, Claudio Scillieri, architetto urbanista incaricato di redigere le osservazioni, e l’avvocato Antonio Chierichetti, aministrativista e curatore del ricorso. In rappresentanza di Ascom Varese erano presenti: Antonio Besacchi, Comitato Tecnico di Tutela Sindacale Ascom, Paolo Dettoni, funzionario Ascom, Luigi Forlini, fiduciario Ascom per la zona Verbano Campo dei Fiori.

Letta 2814 volta/e